tulipano24

Nocciola delle Langhe : tradizioni e segreti di Nonno Parin

Valuta questo inserimento
La storia della famiglia Proglio, titolare dell’Azienda “Nocciola delle Langhe”, nasce nel 1943 a Diano d’Alba, quando casualmente vennero trovate in un armadio le antiche ricette conservate da nonno Lorenzo che tutti in famiglia chiamavano Parin. Il nonno, per la paura che questo prezioso patrimonio tramandato da generazioni andasse perduto, insiste per riuscire a far rivivere le tradizioni culinarie che nel periodo della Seconda Guerra Mondiale permettevano di sopravvivere alle ristrettezze del momento.
Si può facilmente immaginare come le materie prime, durante la Guerra fossero praticamente introvabili mentre altri alimenti, che fino a quel momento erano di poco conto, inevitabilmente assumono sempre maggiore importanza nella dieta giornaliera della popolazione.
Le nocciole sono una bella scoperta e una valida alternativa alla farina di grano. Quindi si scopre che le nocciole macinate sono adatte all’uso alimentare e così la farina di nocciole idonea alla preparazione di varie pietanze. Il territorio delle Langhe e particolarmente adatto alla coltivazione del nocciolo che in tali zone trova la sua ideale collocazione.
Per avere i primi frutti, i produttori di nocciole devono aspettare per ben sette anni anche se la migliore produzione si ha dopo dieci anni dalla coltivazione della pianta.
Generalmente le nocciole vengono raccolte dal 15 agosto al 15 settembre.
In seguito tutto il raccolto viene esposto al sole dove le nocciole vengono essiccate naturalmente all’aria aperta. Dopo tale operazione, il frutto viene sgusciato e selezionato in base alla grandezza e alla qualità.
Una parte delle nocciole sgusciate viene torchiata con il metodo a crudo adatto alla produzione di olio per uso cosmetico di alta qualità.
L’altra parte delle nocciole viene tostata a forno secondo un’ antico metodo tradizionale.
Dopo la sua torchiatura e con la conseguente perdita dell’olio la nocciola avrà un minore apporto calorico con livello inferiore di grassi che però non alterano il suo gusto, il suo aroma e il suo profumo.
E’ importante sottolineare che tutte le lavorazioni eseguite nel laboratorio familiare dell’Azienda non utilizzano materie prime che contengono glutine e quindi tutti i loro prodotti sono assolutamente adatti agli intolleranti.
Inoltre non contengono lattosio, lieviti e conservanti.
Tutte le loro ricette contengono pochi ingredienti ma assolutamente di altissima qualità e soprattutto prime di alcuna componente chimica.

La nocciola Tonda Gentile delle Langhe è ritenuta la più buona del mondo grazie all’unanime approvazione di una Commissione di esperti internazionali che l’hanno confrontata con le nocciole di tutto il mondo. Le sue proprietà organolettiche la contraddistinguono in maniera ottimale garantendo un prodotto di altissimo valore nel panorama della nostra realtà alimentare.
L’Azienda ha anche un fornito spaccio aziendale nonché la disponibilità ad organizzare visite guidate nella loro sede.
Ovviamente nel loro sito www.tondagentileprelibata.it
Troverete tantissime altre notizie sulla loro storia nonché lo shop online che offre davvero tanti prodotti di pasticceria, nocciole, creme, torrone e tanto altro.

Per quanto riguarda la mia opinione personale non posso che raccomandarvi di acquistare al più presto i loro prodotti…ne vale veramente la pena!

Le loro creme di nocciole con varianti al cioccolato sia amaro che dolce sono molto saporite e lasciano in bocca un ottimo retrogusto davvero speciale. Buonissimi anche gli amaretti morbidi e la torta di nocciole.
Graditissime anche le nocciole tostate che ho scelto di macinare e di utilizzare per fare dei dolcetti … molto carini e anche molto buoni!
LOGO NOCCIOLA (FILEminimizer).jpg
ASSORTIMENTO (FILEminimizer).jpg
Categorie
Non categorizzato

Commenti